IL FORUM PASSAPAROLA

L’evento “Passaparola” – Forum del libro e della promozione della lettura costituisce un grande momento di scambio di esperienze e progetti di tutti gli operatori della filiera del libro. Il Forum “Passaparola”, nato ad opera dei Presìdi del libro, esiste già dal 2004. Per notizie sulle edizioni svoltesi a Bari dal 2004 al 2006 entra nel sito: www.presidi.org (nel campo “Seleziona l’Archivio”, scegli “Eventi” clicca e troverai il link per accedere alle informazioni). A partire dal 2006 l’associazione Forum del libro ha organizzato ogni anno con l’Associazione Presìdi del libro l’appuntamento annuale del “Passaparola” – Forum del libro e della promozione della lettura, la cui III Edizione si è tenuta a Bari nel 2006.

In seguito, la IV e V Edizione si sono tenute a Cagliari nel 2007 e 2008, la VI Edizione a Ivrea nel 2009, la VII Edizione a Perugia nel 2010, l’VIII Edizione a Matera nel 2011.

La IX edizione si è svolta a Vicenza dal 26 al 28 ottobre 2012.

La X Edizione di nuovo a Bari nel 2013, l’XI Edizione a Milano nel 2014, la XII Edizione a Roma nel 2015, la XIII Edizione a Mantova nel 2016 e nel 2017, per la XIV edizione, la città prescelta è stata Pistoia, Capitale italiana della cultura. Il “Passaparola” è stato ospitato nella Biblioteca San Giorgio il 3 e 4 novembre.

Realizzata a Torino con il sostegno di Cepell-Centro per il libro e la lettura, Comune di Torino e Regione Piemonte e con il patrocinio dell’Anci-Associazione Nazionale Comuni d’Italia, la XV edizione 2018 del Forum del libro – Passaparola ha proposto due giornate di dibattiti, incontri, letture e workshop aperti al pubblico sul tema “La città legge”.

La XVI Edizione del Passaparola si è svolta a Lecce nel 2019 ed ha avuto come tema “La cultura è ricchezza”.

LEGGERE, IL FUTURO è il titolo dell’edizione del 2020, che cerca di interpretare le tendenze e le sfide del mondo della lettura, indagando le potenzialità dell’incontro con il digitale. L’edizione del 2020 si è svolta interamente on line.

IL PROGRAMMA

Comunicato stampa

A TORINO LA 15° EDIZIONE DEL FORUM DEL LIBRO – “PASSAPAROLA”

24 e  25 novembre 2018. Due giornate di dibattiti, incontri e workshop sul tema “La città legge” per riflettere sul libro e la lettura come motori di aggregazione nelle città, periferie e territori

Tra gli ospiti: Nicola Lagioia, Gino Roncaglia, Marino Sinibaldi, Christian Frascella, Margherita Oggero, Dario Voltolini, Enrico Pandiani, Luca Nicolini, Giovanni Semi

Sabato 24 e domenica 25 novembre 2018 la città di Torino sarà sede della quindicesima edizione del Forum del Libro – Passaparola, l’appuntamento nazionale itinerante che ogni anno sceglie un capoluogo diverso per riflettere sullo stato dell’arte della lettura, promuovere il dialogo e la cooperazione di tutti gli attori della filiera del libro e incentivare una sempre più radicata cultura del libro e della lettura in un Paese che legge troppo poco.

Il Forum del Libro – Passaparola, che quest’anno adotta una nuova formula che affianca incontri a momenti di progettazione condivisa e partecipata, sceglie Torino perché è la città italiana che più di ogni altra ha ideato e portato avanti innovativi progetti per la promozione del libro e ha saputo creare una rete fruttuosa tra tutti gli attori della filiera. Esempio di questo impegno è Torino che legge, nata nel 2015 da una collaborazione tra Forum del Libro e città di Torino con il coinvolgimento di biblioteche, librerie, scuole, associazioni, Case del quartiere, Centri di protagonismo giovanile e istituzioni culturali. Torino può essere quindi la città da cui partire per offrire a tutta Italia alcune linee guida e progettualità sulla diffusione della lettura.

Organizzata dall’associazione Forum del Libro presieduta da Maurizio Caminito (con il sostegno di Cepell-Centro per il libro e la lettura, Comune di Torino e Regione Piemonte e con il patrocinio dell’Anci-Associazione Nazionale Comuni d’Italia), l’edizione 2018 del Forum del Libro Passaparola propone due giornate di dibattiti, incontri, letture e workshop aperti al pubblico sul tema “La città legge”: un’occasione per ragionare sui fenomeni di aggregazione intorno ai libri che si realizzano nelle città, nelle periferie e nei territori regionali, per immaginare nuovi progetti di cooperazione sul fronte della lettura, per riflettere sulla lettura come bene collettivo e sociale da condividere.

Tra i protagonisti degli appuntamenti, tutti a ingresso gratuito, lo scrittore Nicola Lagioia e più di quaranta ospiti da tutta Italia: scrittori, studiosi, giornalisti, docenti e personalità della cultura nazionale, come Gino Roncaglia, Marino Sinibaldi, Christian Frascella, Margherita Oggero, Dario Voltolini, Enrico Pandiani, Luca Nicolini, Giovanni Semi.

Sede degli incontri saranno l’Istituto Avogadro (Via Rossini 18), la Biblioteca civica Primo Levi (Via Leoncavallo 17) e il Circolo dei lettori (Via Bogino 9), dove sarà proposta al pubblico una selezione bibliografica a tema.

Info: Forum del libro | 328.9645607| http://www.forumdellibro.org| info@forumdellibro.org

Il programma

Il programma del Forum del Libro – Passaparola 2018 si apre sabato 24 novembre alle ore 9 all’aula magna dell’Istituto Avogadro (Via Rossini 18) con un intervento di Nicola Lagioia.

Alle ore 9.30 prende il via la prima sessione dal titolo “Libro, lettura e sistema urbano”, moderata da Marino Sinibaldi, che presenta alcune esperienze di città che hanno ridisegnato la propria identità grazie a iniziative sulla lettura e i libri: Festivaletteratura di Mantova (con Luca Nicolini), Pordenonelegge (con Alberto Garlini), Torino che legge (con Rocco Pinto) e Fólio a Obidos in Portogallo (con Paula Ganhao).

Alle ore 11.30 vengono presentati al pubblico gli innovativi progetti dedicati alla lettura che sette comuni vincitori del bando “Città che legge 2017” del Centro per il libro e la lettura (Cepell) stanno mettendo in atto, grazie ai fondi ricevuti in premio: Arborea (Oristano), Cavriago (Reggio Emilia), Dorgali (Nuoro), Fano (Pesaro e Urbino), Nichelino (Torino), Rosarno (Reggio Calabria) e Zollino (Lecce). Coordina Flavia Cristiano, direttrice del Cepell.

Con la sessione pomeridiana dal titolo “Oltre la città”, alle ore 14.30 il focus si concentra sulle testimonianze legate a progetti che, invece di gravitare sui centri cittadini, coinvolgono le periferie urbane e i territori regionali. Si parla quindi delle esperienze a favore della lettura portate avanti dalla Comunità di San Gennaro nel rione Sanità a Napoli (con il direttore della nuova casa editrice Edizioni San Gennaro, Edgar Colonnese), dai Presìdi del libro in Puglia (con Anna Maria Montinaro), dalla Regione Toscana (con l’assessore Monica Barni) e dalla Regione Piemonte (con il dirigente Eugenio Pintore) nelle località meno centrali del proprio territorio.

A partire dalle ore 15.30 pubblico ed esperti del settore possono partecipare ai tre workshop “Progetti per la citta”. Il workshop “Torino che legge 2019. Lavori in corso” invita associazioni, scuole, librerie, biblioteche e lettori a portare contributi per iniziare a ragionare sulla prossima edizione (con Cecilia Cognigni delle Biblioteche civiche torinesi e l’autrice Serena Gaudino); il workshop “Futuro prossimo” è dedicato all’omonimo progetto quadriennale di Save the children Italia, che interverrà sui territori di Marghera, Napoli e Sassari per contrastare la povertà educativa e la dispersione scolastica (con Melissa Bodo, Aldo Addis, Marinella Pomarici, Loredana Perego; coordina Carla Ida Salviati); il workshop “Il digitale e la lettura: il progetto europeo “The living Book” si concentra sull’iniziativa che il Forum porta avanti per favorire tra i giovani l’esperienza della lettura attraverso le nuove tecnologie a attraverso altre espressioni culturali come i video e la musica (con Pete Stevens, Maria Teresa Carbone; coordina Gino Roncaglia). Per iscrizioni (entro il 23 novembre): forumdellibrotorino@gmail.com.

Alle ore 17.30 i partecipanti restituiscono le riflessioni e i risultati dei lavori.

In serata, alle ore 21 il Forum del Libro – Passaparola si sposta alla Biblioteca civica “Primo Levi (Via R. Leoncavallo 17), per presentare la prima edizione del premio “Le parole e la città”, ideato dall’Anci e dal Centro per il libro e la lettura, che intende promuovere le città e i territori attraverso i libri che li raccontano e che vi sono ambientati. Partecipa Vincenzo Santoro, responsabile Dipartimento cultura e turismo dell’Anci).

Sempre in Biblioteca “Primo Levi”, chiude la giornata la festa letteraria e musicale con reading di testi e storie ambientate nella periferia di Torino, scritti e interpretati dagli autori stessi: Christian Frascella (da poco in libreria con Fa troppo freddo per morire, Einaudi, 2018), Margherita Oggero (autrice di Non fa niente, Einaudi, 2017, e del recenti La vita è un cicles, Mondadori, 2018), Enrico Pandiani (Un giorno di festa, Rizzoli, 2017; Polvere, DeA Planeta, 2018), Massimo Tallone (Le maschere di Lola, Edizioni del Capricorno, 2018) e Dario Voltolini (Pacific Palisades, 2017). L’accompagnamento musicale è affidato al chitarrista argentino Miguel Acosta.

La mattina di domenica 25 novembre al Circolo dei lettori (via Bogino 9) si svolge l’incontro La città futura: dialoghi sulle trasformazioni in atto nella città, nella convivenza urbana e nelle forme di aggregazione fisica e virtuale, a cui prendono parte Luca dal Pozzolo (Fondazione Fitzcarraldo Torino), Giulio Lughi (esperto di media digitali), Carlo Olmo (architetto e urbanista), Marco Pautasso (vicedirettore editoriale XXXI edizione Salone Internazionale del Libro di Torino), Giovanni Semi (sociologo), Maurizio Vivarelli (biblioteconomo).

La chiusura della manifestazione è affidata a Francesca Leon, assessora alla cultura della Città di Torino, che presenterà il “Patto per la Lettura” di Torino con le firme del Cepell e del Forum del libro: un documento che indica linee guida, obiettivi e azioni da mettere in campo per diffondere e promuovere le attività di lettura in città. Si tratta di unno strumento di governance attraverso il quale il Comune, con il concorso delle Circoscrizioni e di tutti i sottoscrittori, favorirà la definizione e l’attuazione di azioni e progetti di lungo periodo per la promozione della lettura, coinvolgendo biblioteche, centri di Protagonismo giovanile, librerie, scuole, associazioni, Case del quartiere e istituzioni culturali.

Info: Forum del libro | 328.9645607 | www.forumdellibro.org | info@forumdellibro.org

Ufficio Stampa: Paola Galletto | pao.galletto@gmail.com | 340.7892412

XIV FORUM DEL LIBRO-PASSAPAROLA.

Bibliodiversità in biblioteca, in libreria e a scuola    Pistoia 3 e 4 novembre 2017

In occasione delle iniziative previste nel programma di PISTOIA CAPITALE DELLA CULTURA 2017 e in collaborazione con la Biblioteca San Giorgio di Pistoia, il Forum del libro dedica l’annuale appuntamento di riflessione e dibattito pubblico al tema della bibliodiversità.

La bibliodiversità è la diversità culturale applicata al mondo del libro. Ispirandosi alla biodiversità, fa riferimento all’indispensabile diversificazione della produzione editoriale messa a disposizione del lettore, contro la standardizzazione dei contenuti.

Il Forum Passaparola intende trattare questo tema nella sua accezione più ampia: sia nelle strategie di produzione, distribuzione e vendita di libri (nelle loro varie forme) che si oppongono all’omologazione delle proposte editoriali; sia nella strutturazione e nell’uso di spazi pubblici destinati alla lettura (biblioteche e scuole in primo luogo, ma non solo); sia nelle attività di formazione e promozione della lettura.

L’edizione 2017 di PASSAPAROLA, realizzata col sostegno del Comune di Pistoia, sarà l’occasione per una riflessione su come le amministrazioni pubbliche, i mecenati, i professionisti del libro e della scrittura — così come tutti i lettori e i cittadini — possano e debbano partecipare attivamente alla tutela e alla promozione della bibliodiversità.

IL PROGRAMMA

Venerdì 3 novembre – Biblioteca San Giorgio, Pistoia

Ore 15.00   Presentazione e saluti istituzionali

Ore 15.30-17.30 svolgimento in contemporanea di tre seminari/laboratori

  1. Bibliodiversità in biblioteca. Proporre letture diverse per libri diversi”. (coordinamento di Antonella Agnoli Assessore alla Cultura, Creatività e Valorizzazione patrimonio culturale del Comune di Lecce)È prevista la partecipazione di: Fabio Viola, esperto di videogiochi; Lamberto Solmi (cooperativa sociale Open Group di Bologna); Adriana Paolini (Università di Trento) codicologa esperta di libro antico e promotrice di percorsi didattici per bambini sulla storia del libro; Patrizia Zerbi (casa editrice Carthusia); Enrica Borsari (Ufficio Innovazione del Comune di Milano), che interverrà sul tema delle biblioteche collocate in contesti e realtà sociali particolari; Maria Stella Rasetti della Biblioteca San Giorgio di Pistoia sulle strategie diversificate per la bibliodiversità. Il laboratorio si propone di riflettere sulla biblioteca come habitat sociale neutro, trasversale, per tutti che, attraverso un ambiente accogliente, differenti forme di lettura, differenti modalità di esposizione e collocazione dei libri (a tal proposito Agnoli illustrerà l’esperienza di una biblioteca olandese), nuove forme di promozione della lettura e dei libri in altri luoghi (parchi, ecomusei, ecc.) cerca di avvicinare e coinvolgere chi non legge, le persone emarginate dalle trasformazioni tecnologiche e culturali, i giovani estranei ai tradizionali mezzi di diffusione della cultura.
  2. Bibliodiversità in libreria. Nuove forme di alleanza tra librai ed editori”, coordinamento di Aldo Addis (libreria Koinè, Sassari, Direttore tecnico della Scuola Librai Italiani). Il laboratorio vede la partecipazione di librai e editori che, con l’obiettivo di combattere la tendenza all’omologazione e all’abbassamento del livello culturale delle proposte editoriali, sperimentano nuove forme di relazione professionale e di rapporti all’interno della filiera, di promozione della lettura e attività di coinvolgimento dei lettori nelle attività delle librerie. Saranno presenti tra gli editori Sandro Ferri (edizioni e/o), Alberto Ibba (NN editore), Giuseppe Laterza, Giorgia Antonelli (casa editrice LiberAria), i librai Paolo Ambrosini (Libreria Bonturi, San Bonifacio (Vr) – Presidente ALI), Alberto Galla (Librerie Galla Vicenza), Les Bouquinistes di Pistoia, Ilaria Milana (Libreria Piave-Mondadori, Roma – Direttore operativo Scuola Librai Italiani), Rocco Pinto (Libreria Il Ponte sulla Dora), Eleonora Tassoni (Libreria Rinascita, Ascoli), Antonello Saiz (Libreria Diari di Bordo, Parma).
  3. Bibliodiversità nella scuola. Dal libro di testo alla biblioteca diffusa”, coordinamento di Silvana Sola (co-fondatrice della Libreria per Ragazzi Giannino Stoppani di Bologna e del Centro Studi/Accademia Drosselmeier, docente all’ISIA di Urbino).Si rifletterà sulle biblioteche scolastiche, potenziali luoghi di ricchezza bibliografica, spazi nei quali, accanto ai manuali scolastici, possono convivere selezioni accorte di libri per ragazzi. Parteciperanno Monica Di Bernardo, Serena Gaudino, Angela Maltoni, Marta Marchi, Daniela Pampaloni, Loredana Perego, Christian Raimo, Alessandro Riccioni, Carla Ida Salviati.Verranno illustrati esempi di buone pratiche che intrecciano scuole, biblioteche e territorio: dall’educazione alla lettura di Ibby Italia alla rete di Senza Zaino, dall’intreccio tra biblioteca pubblica e scuole alle biblioteche interne alle scuole, frutto del lavoro di adozione alternativa, dalla rete delle biblioteche scolastiche all’esperienza di Bill, la biblioteca della legalità disseminata sul territorio.La scuola è luogo di bibliodiversità. Il laboratorio affronterà le complesse problematiche che riguardano l’adozione alternativa, con uno sguardo alle proposte editoriali, oltre la scolastica.

Ore 17.30-19.30 Restituzione del lavoro dei tre laboratori e discussione generale con la partecipazione dei Presidenti Rosa Maiello (AIB), Ricardo Franco Levi (AIE), Paolo Ambrosini (ALI), Anita Molino (FIDARE), Cristina Giussani (SIL), Romano Montroni (CEPELL).

Sabato 4 novembre

Ore 10.00 Apertura con un ricordo di Alberto Manzi sul tema “La scuola oltre le scuole: esiste ancora una funzione educativa della televisione?”.

L’attività del maestro Manzi verrà ricordata dalla figlia Giulia Manzi (editor e autrice del libro a lui dedicato Il tempo non basta mai, ADD editore 2014), aprendo un confronto sul presente con Barbara Ardito (responsabile del web di RAI Cultura) e Gino Roncaglia (Università della Tuscia). Modera Giovanni Solimine (Università di Roma La Sapienza).

Ore 11.30 Dialogo tra Giuseppe Montesano e Goffredo Fofi, a partire dal nuovo libro di Giuseppe Montesano Come diventare vivi. Vademecum per lettori selvaggi (Bompiani 2017).